Noi e il Fansub

Discutendo sui sottotitoli

Cartelli e note

Here comes the pain!

cartelli e note sognibianconero

Premessa

Citazioni a Brock Lesnar a parte, i cartelli e le note rappresentano uno dei passaggi più complicati nella produzione di un sottotitolo. Sebbene se ne possa fare a meno, infischiandosene, ci sono titoli che basano moltissimo su di essi: ad esempio le "-monogatari". Certo, quest'ultimi sono titoli particolari, ma anche in altri casi si è ricorso all'uso di messaggi scritti sul video per spiegare o suggerire qualcosa a chi sta guardando. Senza queste informazioni la visione si può definire, tranquillamente, rovinata.

Cartelli

Il primo problema da risolvere riguarda i cartelli: le scritte sul video. Nel caso di cartoni animati giapponesi questi sono doppiamente un problema in quanto possono fornire informazioni utili alla scena in corso o alla trama oltre al non essere necessariamente statici; in caso di movimento, infatti, dovrete scegliere come gestire le loro traduzioni. È sconsigliato, come già detto, fidarsi ciecamente della traduzione in inglese che si trova all'interno del file Raw, ammesso siano forniti, pertanto sarà necessario armarsi di pazienza per cercare di trovare la traduzione di queste scritte tramite traduttori online.
Nel caso di scritte immobili sulla scena vi sarà possibile inserire la traduzione nelle loro vicinanze sul video, creando un "cartello" in italiano, oppure una nota, spesso in alto a sinistra. Al contrario, se il cartello si muove durante la scena, perché questa è in movimento o c'è un cambio di inquadratura, dovrete decidere se perdere un mucchio di tempo a seguire il movimento della scritta o lasciare la semplice nota. Nel primo caso, ogni 4/5 centesimi di secondo, dovrete duplicare la riga relativa alla traduzione della scritta e riposizionarla in modo che segua quella originale stando attenti, quanto più possibile, a rendere il movimento il più fluido possibile.
Se volete un esempio pratico potete guardare qualche episodio di Yagate kimi ni Naru o Tsuki ga kirei dove alcune scene riprendono lo schermo di un cellulare mentre uno dei protagonisti sta scambiando messaggi con gli altri attraverso Line, il whatsapp asiatico. Mano a mano che si scambiano messaggi vedrete questi salire verso l'alto. Inoltre, tradurre questi messaggi con una nota in alto a sinistra potrebbe creare qualche problema in quanto, nello stesso momento, ci possono essere molti messaggi sulla scena rendendo la visione e la lettura complicata se in contemporanea.
In ultimo c'è da tenere conto di come si presenta la scritta sul video: non sarà sempre "bella da leggersi" una traduzione che si discosta molto dallo stile utilizzato dall'autore; dovrete cercare dei fonts che vi permettano di avvicinarvi allo stile della scritta presente nella scena.
Nelle "-monogatari" uno dei font utilizzati per le scritte viene letteralmente mostrato a video sul finire dell'episodio: Pro Mincho B. Però è a pagamento.

Note

Se i cartelli offrono un tormento sotto il profilo più del posizionamento che della traduzione, le note vi faranno perdere un sacco di tempo più tecnico. Non tutte sono semplici spiegazioni brevi di quello che viene citato a video; può capitare di imbattersi in qualche canzone diversa dalle sigle, qualche riferimento a fatti accaduti in Giappone di cui non sappiamo niente o scritte che ci parlano di luoghi o strutture esistenti. In quest'ultimo caso ognuno è libero di non aggiungere alcuna nota, basta che chi guarda il video faccia una ricerca per proprio conto, ma riteniamo interessante poter aggiungere qualche riga o riferimento.
Qualunque informazioni si decida di inserire va valutata e ricercata nella rete per evitare di scrivere sciocchezze e non è sempre sicuro di riuscire ad evitarle. Molto dipenderà dall'anime che state guardando e se ha senso impiegare molto del vostro tempo per dare spiegazioni su qualcosa che potrebbe essere frivolo o privo di reale connessione con la trama o i personaggi.

Noi?

Odiamo i cartelli tanto quanto ne riconosciamo l'importanza; sempre più spesso vengono inserite scritte nei video per passare delle informazioni che, altrimenti, costerebbero una battuta inutile ai personaggi. Nell'anime Sayonara Zetsubou sensei ci sono talmente tanti cartelli che, in alcune occasioni, sovrascrivono quasi del tutto il senso dell'episodio che si sta guardando, oltre ad essere, in alcuni casi, loro stessi al centro della scena.
Decidere di non tradurli per velocizzare la messa online degli episodi è una pessima scelta e abbassa la qualità del sottotitolo. Anche non inserire le note peggiora la qualità del sottotitolo perché possono offrire curiosità del mondo giapponese di cui non siamo a conoscenza. Per esempio, quasi tutti i titoli degli episodi di Tsuki ga Kirei sono in realtà ripresi da opere letterarie e non inserire le note a riguardo significa non fornire un'informazione molto interessante su autori storici considerati importanti per quella nazione.
Per quanto possa volerci più tempo per cartelli e note rispetto a tutto il resto vi suggeriamo di inserirne quante più possibile.

Extra

Nel caso vi vogliate cimentare nello streaming evitate di creare cartelli o note in movimento: subiranno lo stesso problema del karaoke perché intaseranno il player arrivando a bloccarlo. In tal caso è preferibile limitarsi a semplici traduzioni statiche aggiungendo alla fine o su file/pagine separati il resto delle informazioni.

Altri articoli

Prosegui la lettura

sigle e karaoke sub subita

Sigle e Karaoke

Eh no, niente softsub.

check e upload sub subita

Check & upload

Gli ultimi scogli.

licenze sub subita

Licenze

Rispettare per essere rispettati.