Scum's Wish

Recensione manga di 8 volumi scritta da KBII

クズの本懐 - Il desiderio della feccia
Informazioni sul manga e sull'autrice
  • Mengo Yokoyari è una mangaka della prefettura di Mie, visivamente a est di Kyoto. Ha iniziato a pubblicare manga per adulti dal 2009 per poi spostarsi ad altro tipo di opere quali Scum's Wish, Oshi no ko di Aka Akasaka e Kimi wa Midara na Boku no Joō di Lynn Okamoto già autore di Elfen Lied.
    Il suo stile di disegno è abbastanza riconoscibile con occhi particolarmente grandi e pieni di "riflessi" con neri molto intensi che nascondono eventuali sfumature e ombre. Con un altro pseudonimo lavora come illustratrice per le canzoni dei vocaloid.
    Durante un'intervista ha dichiarato di disegnare Scum's Wish basandosi su un concetto giapponese chiamato Wabi/Sabi: una visione del mondo tendenzialmente triste e transitoria. A fine volumi dedica qualche facciata ai lettori e ai suoi gatti, disegnandosi come una patata.
  • Gli 8 volumi di Scum's Wish.
Trama
  • Trattandosi di una recensione saranno presenti spoiler dell'opera per quanto si cerchi di rimanere sul vago.

    Hanabi e Mugi sono innamorati rispettivamente di Narumi e Akane, due professori della loro scuola superiore. Narumi è anche vicino di casa di Hanabi e amico di lunga data, mentre Akane è la professoressa privata di Mugi qualora avesse problemi con qualche materia.
    Per Hanabi e Mugi, però non ci sono speranze di veder realizzato il loro sogno d'amore con i professori, così decidono di mettersi assieme per aiutarsi l'un l'altro nel sopportare l'amore non corrisposto. A questa relazione hanno messo tre regole: non innamorarsi l'uno dell'altra, la relazione finisce nel momento in cui uno dei due realizza il sogno, devono soddisfarsi fisicamente ogni volta che lo desiderano.
    Questo li porta ad avere molti momenti intimi assieme creando non pochi problemi nei confronti di terze persone interessate e innamorate di loro. L'amica di infanzia di Mugi, Noriko (Moka), è innamorata di lui nonostante il ragazzo non la veda in quel modo e farebbe di tutto pur di sostituirsi ad Hanabi. Ci riesce verso la fine, ma soltanto in un'unica occasione, nella quale decide di guardarsi altrove e cercare l'amore da un'altra parte.
    Sanae, amica di scuola di Hanabi, è innamorata di lei e intuendo il perché della finta relazione dei due protagonisti decide di mettersi in mezzo e cercare di coronare il suo sogno d'amore. Purtroppo non otterrà più di qualche focosa notte e qualche bacio perché a Hanabi le donne non interessano da quel punto di vista.

    A creare ancor più dispiacere ci si mette Narumi che si innamora di Akane e le chiede di uscire con lui facendo rattristare Hanabi che non riesce ad osservarli da lontano. Finisce con lo scontrarsi con Akane e il suo essere amante di più uomini sottovalutando la femminilità e la bellezza della professoressa che alla fine decide di sposarsi con Harumi.
    Alla fine ognuno compie il passo avanti che non erano riusciti a fare sin dall'inizio, per volgere lo sguardo altrove e cercare l'amore in altre persone.
  • I capitoli sono incentrati di volta in volta su uno dei personaggi.
Disegno
  • Il disegno della sensei Yokoyari è molto bello e variegato. Alterna sfondi piuttosto dettagliati e curati a vuoti bianchi o neri a seconda della necessità rendendo le scene molto più d'impatto. I volti ricordano molto quanto visto nei decenni precedenti con grandi occhi colorati e pieni di riflessi, comprese alcune leggere ombre attorno al naso per dare profondità.
    Mancano completamente i grigi scuri dando spazio a neri piatti e profondi che non sempre aiutano a portare volume, specialmente sul corpo di Hanabi, spesso vestita di scuro o nero. I volti degli uomini sono leggermente diversi da quelli delle ragazze con occhi più piccoli e dettagliati soltanto laddove sia necessario.
    Non ci sono quasi mai scenette con i personaggi disegnati in forma chibi, salvo rare interazioni con altri compagni di classe.
  • Akane Minagawa, la mangia-uomini professoressa di musica
Ambientazione e personaggi
  • Sull'ambientazione c'è poco da dire perché non è chiaro dove ci si trovi di preciso, nonostante non abbia particolare importanza. Siamo all'interno di una scuola superiore che sembra avere un indirizzo artistico con lezioni di musica e, probabilmente, arte. C'è un capitolo in cui una piccola Hanabi si smarrisce nella neve caduta nella sua zona e si può dedurre che l'ambientazione potrebbe essere dislocata nella parte centro nord del Giappone, sopra a Tokyo.

    I personaggi sono l'aspetto peggiore dell'opera, purtroppo. Hanabi e Mugi sono i protagonisti di una storia d'amore finta e distorta; hanno dei rimorsi per averla messa in piedi, con tanto di analisi del proprio egoismo, e cercano un modo per cambiare loro stessi nonostante trovino appagante quella situazione.
    Gli altri personaggi hanno personalità persino peggiori: Akane ama avere più relazioni in contemporanea, giocando con gli uomini e andando a letto con loro per il proprio piacere personale; sia che duri una notte o qualche settimana. A Narumi non importa niente della personalità della persona di cui si è innamorato, basta che la possa avere per sé, finendo con accettare che Akane lo sposi con la promessa di tradirlo ogni volta che lei lo desidera. Sanae forza se stessa su Hanabi sfruttando il suo momento più triste quando si lascia definitivamente con Mugi. Salvo poi fare un passo indietro e porre fine alla relazione quando si rende conto che all'amica non interessano quelle relazioni omosessuali.
    L'unica che si salva un po' è Noriko, semplicemente innamorata di Mugi. In generale, quindi, sono quasi tutti molto egoisti e aggressivi nei confronti degli altri arrivando anche ad accettare di essere usati sessualmente pur di soddisfarsi un pochino. Il personaggio aggredito non sembra aver alcun problema nel trovarsi in quella situazione e non viene scalfito da eventuali baci non voluti o mani dentro la biancheria intima.
    Di fatto le relazioni tra i personaggi tendono a non sembrare particolarmente realistiche e basate soltanto sulla loro voglia sessuale.
  • Sanae approfitta del momento triste di Hanabi per avere qualche notte focosa con lei.
Valutazione
  • Nonostante il buon livello del disegno e la premessa di una strana storia d'amore basata su presupposti negativi Scum's Wish presenta troppi personaggi simili tra loro che danno importanza soltanto a se stessi e al loro piacere fisico piuttosto che cercare nell'altro/a qualcosa in più. Inoltre, tutti quanti si riducono agli ultimi capitoli per voltare pagina e cambiare il loro atteggiamento quando avrebbero potuto farlo in momenti diversi. Una ricerca del picco della storia laddove non ce n'era bisogno.
    I due personaggi principali finiscono per non essere esattamente i principali e i loro "monologhi", in cui si esaminano riconoscendo gli errori, sembrano servire soltanto a riempire le pagine poiché traditi subito dopo in nome di una notte di sesso.
    Qualche atteggiamento più naturale e qualche litigio più veemente sarebbero serviti per equilibrare maggiormente le cose rendendo Hanabi e Mugi più isolati e bugiardi.
    Farli piangere di continuo, poi, non aiuta a rendere la lettura più entusiasmante facendo cadere l'interesse sin dal 5° volume. Non a caso la mangaka Yokoyari si occupa più di disegnare che di creare le storie.